Il sostegno dei privati e delle aziende è fondamentale per realizzare i nostri per rendere l’ospedale un luogo a misura di bambino.

Chi siamo

ABIO Roma, Associazione per il Bambino in Ospedale ODV, è stata costituita il 1° febbraio 2001 per promuovere l’umanizzazione dell’ospedale, conta circa 200 volontari attivi e aderisce a Fondazione ABIO Italia onluswww.abio.org.

Dal 2001 i volontari ABIO si occupano di sostenere e accogliere bambini, adolescenti e famiglie, al fine di attenuare i fattori di rischio derivanti dall’ingresso in una struttura ospedaliera presso i reparti di:

Pediatria 1 e Gastroenterologia Pediatrica del Policlinico Umberto I
Day Hospital – Reparto di Ematologia Pediatrica, Dipartimento di Biotecnologie Cellulari ed Ematologia dell’Università Sapienza Roma
U.O.C. Pediatrica del Sant’Andrea
U.O.C. Pediatrica del Sant’Eugenio
U.O.C. Chirurgia Pediatrica e Reparto di Pediatria del San Camillo-Forlanini
Neuropsichiatria Infantile, Onco-ematologia e Pediatria 2 dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù
U.O.C. Pediatrica e Neonatologia del Nuovo Ospedale dei Castelli Romani (Comune di Ariccia)
Scarica lo statuto della nostra associazione..leggi lo statuto
Scarica l’atto costitutivo della nostra associazione….Leggi l'atto costitutivo
Scarica il regolamento interno della nostra associazione….Leggi il regolamento interno
Scarica il bilancio interno della nostra associazione….Leggi di più

Diventa un volontario

Possiamo cambiare molto.... insieme a te.

L’attività dei volontari ABIO si rivolge sempre al bambino, all’adolescente e ai suoi genitori,riducendo al minimo il potenziale rischio di trauma che ogni ricovero presenta

Il consiglio direttivo ABIO Roma ODV

Come riporta lo Statuto di ABIO ROMA “Il Consiglio direttivo ha il compito di promuovere e attuare tutte quelle iniziative necessarie al conseguimento dell’oggetto sociale”. I componenti il Consiglio durano in carica tre anni e sono rieleggibili. L’attuale Consiglio Direttivo di ABIO Roma è stato eletto nel maggio 2019.

Gli obiettivi dell'Associazione

L’attività dei volontari ABIO si rivolge sempre al bambino, all’adolescente e ai suoi genitori,riducendo al minimo il potenziale rischio di trauma che ogni ricovero presenta e collaborando con le diverse figure operanti in ospedale per attuare, ciascuno nel proprio ruolo, una strategia di attiva promozione del benessere del bambino.

  • attivare il servizio ABIO nel maggior numero di reparti pediatrici del territorio, per far sì che ogni bambino e ogni famiglia possano contare sul sostegno qualificato dei suoi volontari;
  • promuovere interventi ludici e di sostegno, per facilitare una permanenza serena all’interno del contesto ospedaliero;
  • sviluppare tra operatori ed opinione pubblica una crescente attenzione alle indicazioni previste dalla Carta dei Diritti dei Bambini e degli Adolescenti in Ospedale.
  • L’attività dei volontari ABIO si rivolge sempre al bambino, all’adolescente e ai suoi genitori

Sostieni un nostro progetto

 ...

ABIO nasce a Milano nel 1978

Dopo l’apertura della prima sede presso il reparto di Chirurgia Pediatrica Alfieri degli Istituti Clinici di Perfezionamento di Milano, ha esteso la sua presenza in altri reparti pediatrici di ospedali milanesi.

Il movimento ABIO si è rapidamente diffuso su tutto il territorio nazionale e può contare, oggi, sull’operato di più di 60 sedi autonome. Il numero crescente di Associazioni e la loro diffusione sul territorio nazionale è alla base della nascita della Fondazione ABIO.

Ogni sede ABIO viene costituita sotto forma di associazione Onlus e ha per oggetto lo studio, la promozione e la realizzazione di tutte le iniziative finalizzate all’accoglienza del bambino che necessiti di ricovero ospedaliero e della sua famiglia.

Per maggiori informazioni, consulta il sito di Fondazione ABIO: www.abio.org

Per conoscere l’elenco completo delle Associazioni ABIO: www.abio.org/dove-siamo.html

Dalla Carta dei Diritti alla certificazione di ospedale “All’altezza dei bambini”

Nel 2008 Fondazione ABIO Italia, in collaborazione con la Società Italiana di Pediatria, redige la Carta dei Diritti dei Bambini e degli Adolescenti in Ospedale.

Il documento riprende la Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza del 1989 e si ispira alla Carta di EACH del 1988, adattandole all’attuale situazione italiana anche in base alla ormai trentennale esperienza di volontariato ABIO.

In seguito, un gruppo di lavoro coordinato da Fondazione ABIO Italia e che coinvolge PROGEA, Joint Commission International e SIP, ha elaborato a partire dai dieci punti della Carta degli standard concreti e misurabili, allo scopo di definire livelli di qualità che i reparti di pediatria devono rispettare nell’erogazione dei servizi di diagnosi e di cura.

Il risultato è stato il Manuale per la certificazione della Carta dei Diritti dei Bambini e degli Adolescenti in Ospedale, lo strumento di base di un percorso di analisi e di valutazione della qualità dei servizi di cura offerti dai reparti di pediatria che porta alla certificazione di ospedale “All’altezza dei bambini”.

Vai al sito dedicato al progetto

Proseguendo nella navigazione di questo sito, cliccando su un link, sulla pagina, o cliccando su OK, acconsentite all’utilizzo dei cookie.
I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (analytics) e cookie di terze parti (social). I cookie tecnici sono necessari per il funzionamento del sito ma è comunque possibile disabilitarli, tuttavia, l’abilitazione dei cookie, offre una migliore esperienza di navigazione. (Voglio Approfondire)